I soffitti: “Questi trascurati”!

Oggi voglio parlarvi di come valorizzare i soffitti delle vostre abitazioni. Si proprio loro i più trascurati!

Pensateci bene, quanti di voi concentrano la loro attenzione su quest’area della casa quando si decide di rinnovarla?

Scommetto che la percentuale è davvero esigua.

Perchè?

Credo che non sia usuale pensare al soffitto come ad una qualunque parete, non è considerato un pezzo importante  della casa a cui dedicare la giusta attenzione.

Questo è un grosso errore che si commette, basti solo le pensare le volte che siamo sdraiati sul letto o sul divano e ci troviamo a fissare un soffitto bianco!

Di sicuro facciamo molta attenzione a scegliere un lampadario, senza pensare che potrebbe essere valorizzato ulteriormente scegliendo un bel colore, magari a contrasto, per la parete che lo ospita.

Ci sono moltissimi modi per valorizzare un soffitto e vi spiegherò come.

Se torniamo indietro nel tempo i soffitti dei palazzi signorili erano tutti decorati con affreschi, stucchi, cornici in legno o gesso. A quanti di noi è capitato di visitare qualche edificio storico e perderci a contemplare la bellezza di queste opere.

Ovviamente si tratta di un’altra epoca ma possiamo attualizzare questi decori e catapultarli ai nostri giorni; come?

Basta solo un po’ di immaginazione: un cielo stellato in una cameretta di un bebè, un murales nella camera di un ragazzo, delle decorazioni con il cartongesso in una sala classica, un soffitto a cassettoni in un ambiente elegante, anche solo utilizzare un colore che non sia il bianco conferisce carattere alla vostra casa.

Per non parlare, poi, degli appartamenti degli anni ‘70/’80, con soffitti di 3,00 mt, dove si può unire l’utile al dilettevole, realizzando delle controsoffittature che ne abbassino l’altezza per ricavarne dei comodi vani tecnici.

Date libero sfogo alla vostra immaginazione e se vi mancano le idee su come valorizzare i soffitti non esitate a contattarmi.

Visitate la pagina Servizi

 

murales Spideman

soffitto a cassettoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *